Hai deciso di partecipare alla “95° Adunata Nazionale Alpini 2024” a Vicenza dal 10 al 12 maggio 2024 e stai cercando informazioni su come arrivare (i parcheggi e i mezzi pubblici), dove mangiare e alloggiare?
Sei nella pagina giusta! Qui ti daremo tutte le informazioni utili per vivere la tre giorni della “95° Adunata Nazionale Alpini 2024”.

95° Adunata Nazionale Associazione Nazionale Alpini a Vicenza

1. Uno… sguardo all’Adunata

Prima però, un piccolo accenno alla storia dell’ Adunata. Qui troverai altre informazioni sulla “95° Adunata Nazionale Alpini 2024”.

L’Adunata Nazionale degli Alpini è un evento annuale che riunisce gli ex-alpini, ovvero i membri delle truppe da montagna italiane che hanno prestato servizio nell’Esercito Italiano. Questo raduno si tiene tradizionalmente durante il mese di maggio ed è un momento di grande importanza e festa per la comunità degli Alpini.

La storia dell’Adunata Nazionale degli Alpini risale alla fine del XIX secolo, quando le prime unità alpine furono costituite all’interno dell’esercito italiano. Tuttavia, l’evento come lo conosciamo oggi ha le sue radici nella seconda metà del XX secolo. La prima Adunata Nazionale degli Alpini si tenne a Milano nel 1920, ma divenne un evento regolare solo a partire dal 1928.

Durante l’Adunata, gli ex-alpini si riuniscono per celebrare il loro passato militare, partecipare a cerimonie religiose e civili, e mostrare il loro orgoglio e la loro solidarietà come membri di questa comunità. L’evento è caratterizzato da parate, sfilate in uniforme, canti, balli, e momenti di convivialità. Ogni edizione dell’Adunata Nazionale è ospitata in una città diversa, e spesso coinvolge migliaia di partecipanti provenienti da tutta Italia e anche dall’estero.

Oltre alla dimensione celebrativa e festosa, l’Adunata Nazionale degli Alpini ha anche un significato profondo in termini di memoria e commemorazione dei caduti e dei feriti nelle guerre in cui le truppe alpine hanno combattuto. È un’occasione per onorare il sacrificio e la dedizione di coloro che hanno servito nel passato e per mantenere viva la tradizione e lo spirito degli Alpini.

2. Programma della 95ª Adunata nazionale

Il programma della tre giorni prevista a maggio a Vicenza si prospetta intenso e coinvolgente, attirando centinaia di migliaia di partecipanti identificati come “penne nere”. Questo termine potrebbe indicare un gruppo specifico o una categoria di individui, anche se non disponiamo di ulteriori dettagli per comprendere esattamente di chi si tratti.

  • Venerdì 10 maggio

    Tutto avrà inizio venerdì 10 maggio all’alba, con l’apertura solenne della 95a adunata nazionale dell’Associazione Nazionale Alpini, un evento che Vicenza ha già ospitato nel 1991 e che ora, dopo 33 anni, riaccoglie. Alle 9:00 precise, in Piazza dei Signori, avverrà l’alzabandiera, un momento che sarà connesso ai quattro sacrari del Pasubio, di Asiago, del Cimone e del Grappa, così come al monte Ortigara. Seguirà alle 9:15 la deposizione di una corona, sempre nella suggestiva cornice di Piazza dei Signori. Successivamente, alle 10:30, avverrà l’inaugurazione della Cittadella degli Alpini, un momento che si terrà in Campo Marzo.

    Nel pomeriggio, alle 18:30, prenderà il via la sfilata dei vessilli, che attraverserà le vie da Piazza Castello fino a Piazza dei Signori. Questa sfilata sarà seguita alle 19:00 dalla marcia dei gonfaloni, del labaro nazionale, del vessillo della sezione di Vicenza e dalla bandiera di guerra di un reparto alpino, un suggestivo corteo che si snoderà sempre da Piazza Castello fino a Piazza dei Signori. Qui, una volta che lo schieramento sarà completo, il sindaco Giacomo Possamai darà un caloroso benvenuto a tutti i partecipanti. Seguiranno gli onori alla bandiera di guerra e ai gonfaloni decorati, in un momento di profondo rispetto e gratitudine.

  • Sabato 11 maggio

    Il sabato mattina, la giornata ufficiale inizierà alle 10:00 presso il suggestivo Teatro Olimpico, con un incontro speciale su invito. Il presidente nazionale, Sebastiano Favero, si riunirà con le sezioni estere, le delegazioni della Federazione Internazionale dei Soldati di Montagna e i militari stranieri. Alle 13:00 è previsto un emozionante lancio di paracadutisti.

    Nel pomeriggio, alle 16:00, è prevista la celebrazione della messa presso il Duomo, seguita alle 17:30 dalla sfilata del labaro nazionale dell’Associazione Nazionale Alpini (ANA) e del vessillo della sezione di Vicenza, che si snoderà dalla piazza Duomo fino al Teatro Comunale. Qui, alle 18:00, si terrà un evento su invito, durante il quale il sindaco Possamai e il presidente nazionale Favero rivolgeranno i saluti alle autorità presenti.

  • Domenica 12 maggio

    Domenica, il culmine della tre giorni di festa e manifestazioni sarà rappresentato dalla tradizionale sfilata per le vie del centro. L’ammassamento dei partecipanti avrà inizio alle 8:00 del mattino, seguito alle 8:45 dai solenni onori resi alla massima autorità. Alle 9:00, il serpentone infinito di penne nere inizierà a snodarsi per le strade della città, creando uno spettacolo mozzafiato.

    Verso il tardo pomeriggio, o forse all’inizio della serata, una volta che la sfilata sarà giunta al termine con il passaggio della sezione “Monte Pasubio”, avverrà il tradizionale passaggio della stecca. Questo gesto simbolico segnerà la conclusione dell’adunata in corso e l’inizio dell’organizzazione di quella successiva. A Vicenza, sarà la sezione di Biella a ricevere la simbolica stecca, conferendole l’onore e l’onere di organizzare l’anno prossimo la 96a adunata nazionale.

3. Mobilità e sosta

Per gestire l’ingente flusso di persone che si riverseranno nel centro storico da venerdì 10 a domenica 12 maggio, la città di Vicenza adotterà un piano di sicurezza e gestione del traffico suddividendo l’area centrale in tre zone distinte (scarica la mappa delle tre zone).

  • Zona rossa

    La zona rossa del centro storico sarà soggetta a divieto di circolazione e sosta per i veicoli (auto, moto, motorini) dalle 7 di venerdì 10 maggio fino al termine della manifestazione nella serata di domenica 12 maggio. Tutte le strade all’interno di questa area dovranno essere lasciate libere da qualsiasi veicolo in sosta. Tuttavia, i residenti e i domiciliati abbonati alla sosta sulle strisce “blu” o “gialle” avranno la possibilità di utilizzare lo stesso abbonamento per parcheggiare presso i parcheggi “Canove” e “Fogazzaro”, entrambi situati nella zona rossa. Questi parcheggi saranno accessibili tramite un percorso specifico, che include anche i parcheggi “Bassano” (Stadio) e “Fratelli Bandiera” (accanto al supermercato). Durante i tre giorni di manifestazione, non sarà consentito spostare i veicoli dalle aree di sosta interne o dai garage e autorimesse.

  • Zona arancione

    Nell’area arancione, che corrisponde alla parte del centro storico compresa tra il fiume Bacchiglione e l’anello dei viali (viale D’Alviano, via Fratelli Bandiera, via Rodolfi, via Ceccarini, via Legione Gallieno, viale Margherita), sarà in vigore un divieto di circolazione e sosta per i veicoli (auto, moto, motorini) dalle 7 di venerdì 10 maggio fino al termine della manifestazione nella serata di domenica 12 maggio. In questa zona, solo i residenti avranno il permesso di circolare e sostare, anche lungo la strada, previa richiesta di un contrassegno che indicherà il numero di targa del veicolo. I contrassegni potranno essere ottenuti presso la sede dell’Adunata a Palazzo Folco, in contra’ S. Marco 30, oppure online, a partire dalle prossime settimane.

  • Zona gialla

    Nell’area gialla, che comprende la parte ovest e sud-ovest della città, domenica 12 maggio dalle 6 fino al termine della manifestazione, sarà in vigore un divieto di circolazione per auto, moto e motorini. Questo divieto è stato istituito al fine di consentire l’ammassamento e l’avvio della sfilata, nonché lo scioglimento e l’allontanamento dei partecipanti. Durante questo periodo, i residenti e i domiciliati non potranno spostare i loro veicoli. Inoltre, nelle vie di ammassamento e sfilata e in altre vie indicate dalla segnaletica, funzionali alla manifestazione, sarà vietata anche la sosta su strada.

 

Per monitorare gli accessi e le uscite dalle tre zone, saranno istituiti 50 varchi presidiati da volontari alpini e personale della polizia locale e delle forze di polizia. Questi presidi avranno il compito non solo di garantire il rispetto delle restrizioni di circolazione, ma anche di controllare l’eventuale ingresso di ambulanti non autorizzati nei due villaggi commerciali.

Scarica la mappa delle tre zone

Autobus

Per quanto riguarda la mobilità degli alpini, è stato stipulato un accordo con i trasporti pubblici urbani, extraurbani e provinciali al costo di 10 euro (Svt), consentendo loro di acquistare un biglietto speciale a tariffa ridotta per viaggiare su tutti i mezzi pubblici, opportunamente potenziati in termini di mezzi e orari di servizio. Può essere acquistato in tutte le biglietterie e rivendite autorizzate Svt oppure online a questo link.

In questo modo, i partecipanti all’Adunata, appena arrivati a Vicenza, avranno già a disposizione tutto il necessario per spostarsi agevolmente con i mezzi pubblici. Inoltre, il biglietto speciale per l’Adunata sarà distribuito presso tutte le biglietterie e le rivendite autorizzate SVT durante la manifestazione e nei giorni precedenti, garantendo un accesso facile e immediato al trasporto pubblico.

Contemporaneamente, questo biglietto rappresenterà un’opportunità vantaggiosa anche per i residenti della provincia di Vicenza. Date le limitazioni alla circolazione durante l’evento, potranno beneficiare di un modo conveniente per muoversi attraverso il trasporto pubblico locale, facilitando gli spostamenti durante la manifestazione in modo efficiente e pratico.

Questo biglietto fornirà anche accesso scontato alla “Vicenza Card”, che offre l’accesso per un anno ai musei della città, i quali rimarranno aperti fino a tarda ora durante i giorni dell’adunata.

Clicca qui per acquistare online il biglietto speciale per l’Adunata Nazionale degli Alpini.

Nuovi Capolinea e bus navetta

Durante i giorni 10, 11 e 12 maggio, le corse del servizio extraurbano in arrivo a Vicenza non faranno capolinea nella stazione di viale Milano, ma in zone di interscambio situate alle porte della città. Queste zone sono individuate in zona Fiera (via del Commercio), in zona Villaggio del Sole (via Nikolajewka), a Vicenza Est (via Zamenhof), in viale Cricoli e in piazzale della Vittoria a Monte Berico.

Dalle suddette aree di interscambio esterne, sarà possibile raggiungere il centro città tramite un servizio continuativo di bus navetta, con frequenza di passaggio che varierà da ogni 15 fino a ogni 8 minuti nei momenti di maggiore afflusso. Inoltre, nella giornata di domenica, l’autostazione SVT, così come la stazione ferroviaria, non saranno raggiungibili in auto e quindi il servizio di bus garantirà il collegamento da e per le zone di interscambio.

Parallelamente a questa riorganizzazione, SVT ha potenziato otto linee rispetto al normale servizio extraurbano previsto quando le scuole sono chiuse. Sarà inoltre attivo un servizio di bus navetta dai punti di alloggiamento dei partecipanti all’Adunata.

Nel dettaglio:

  • le linee E01, E02, E29, E31, E32 e E34 provenienti da ovest faranno capolinea in zona Fiera (via del Commercio), da cui partiranno i mezzi della linea 120 di bus navetta.
  • le linee E13, E17, E18, E19, E23 provenienti da nord-ovest si fermeranno in zona Villaggio del Sole (via Nikolajewka), da dove partirà la linea navetta 700.
  • le linee E04, E07, E28, E33 e E35 provenienti dalla Riviera Berica faranno capolinea a Vicenza Est (via Zamenhof), dove sarà possibile proseguire con la navetta (linea 190).
  • le linee E27 e E80 provenienti da sud-est avranno capolinea anch’esse a Vicenza Est in via Zamenhof, con collegamento diretto alla navetta (linea 190).
  • le linee E05, E15, E20 e E21 provenienti da nord/est faranno capolinea in viale Cricoli, dove sarà possibile prendere la linea navetta 300.
  • la linea E47 proveniente da est farà capolinea anch’essa in viale Cricoli, con la possibilità quindi di proseguire con la linea navetta 300.
  • infine, la linea E06 proveniente dalla dorsale dei Berici si fermerà a Monte Berico in piazzale della Vittoria, da dove partirà la linea urbana 18.

In aggiunta a questa riorganizzazione, SVT ha implementato il potenziamento di otto linee rispetto al normale servizio extraurbano previsto durante la chiusura delle scuole. Questo potenziamento sarà concentrato soprattutto nelle ore pomeridiane in direzione Vicenza e nelle ore serali per le partenze dalla città per il rientro.

Inoltre, per garantire un servizio più completo durante la giornata di sabato 11 maggio, caratterizzata di solito da un servizio ridotto rispetto agli altri giorni feriali, verranno effettuate le stesse corse attive dal lunedì al venerdì. Anche la domenica 12 maggio, rispetto al normale servizio festivo, vedrà un potenziamento del servizio, sia al mattino in direzione Vicenza, sia nel pomeriggio e nella serata per i ritorni.

Bike sharing

È possibile utilizzare il servizio di bike sharing gestito da Ridemovi Spa durante i tre giorni dell’Adunata. Ridemovi metterà a disposizione una flotta rafforzata di e-bike e offrirà uno speciale abbonamento giornaliero illimitato al costo di 6,99 euro anziché 14,99 euro. Questo permetterà ai partecipanti di muoversi agevolmente durante l’evento senza dover preoccuparsi dei divieti di circolazione e sosta per i veicoli privati. Per maggiori informazioni e per usufruire di questo servizio, visita il sito www.ridemovi.com

Scarica la mappa delle tre zone

4. Le iniziative culturali

L’Adunata Nazionale Alpini, programmata a Vicenza dal 10 al 12 maggio, rappresenterà un’importante opportunità per promuovere la città e il suo ricco patrimonio, nonché per diffondere la cultura alpina, profondamente radicata nel territorio vicentino. Per questo motivo, il Comune di Vicenza e l’Associazione Nazionale Alpini hanno ideato un ricco calendario di mostre ed eventi culturali, corredato da iniziative e promozioni speciali che coinvolgeranno i Musei Civici e il servizio di trasporto pubblico locale di SVT.

Mostre ad ingresso gratuito

Sono previste 21 esposizioni che approfondiranno vari aspetti della storia degli Alpini attraverso immagini, oggetti, foto, documenti, disegni e quadri. Quattro di queste mostre si terranno in altri comuni e saranno visitabili durante i giorni dell’Adunata, rimanendo aperte per un periodo più lungo. Tutte le mostre saranno gratuite e sarà possibile visitarle anche oltre i giorni dell’Adunata, poiché resteranno aperte per un periodo più prolungato.

Le sedi dei Musei Civici di Vicenza ospiteranno 13 delle 17 mostre previste nella città. Queste includono quattro esposizioni alle Gallerie di Palazzo Thiene: “I valori alpini nei 152 anni dalla Costituzione”, “Ubaldo Oppi pittore Alpino”, “Gli Alpini nella Prima Guerra Mondiale” e “La Battaglia dell’Ortigara”; due mostre al Museo del Risorgimento e della Resistenza: “Maurizio Lazzaro de’ Castiglioni, un Alpino con un posto nei Giusti” e “Giuliano Gozi alpino Sanmarinese”; il chiostro di Santa Corona con “La guerra tra i ghiacci dell’Ortles”, la Biblioteca Bertoliana di Palazzo Cordellina ospiterà la mostra “Lontani da ogni bene, dispersi nel silenzio, prossimi alle stelle. In viaggio con Giulio Bedeschi e le Centomila gavette di ghiaccio” e nel chiostro di San Lorenzo sarà incentrata su “Le donne nelle guerre italiane”.

Al Santuario di Monte Berico sarà possibile approfondire la missione “ONUMOZ-Operazione Albatros” e la storia del “4° Reggimento Alpini Paracadutisti Ranger”.

Anche i quartieri saranno coinvolti con mostre a Villa Lattes e Villa Tacchi. Altre esposizioni saranno allestite alla Stamperia d’Arte Busato, all’Oratorio dei Proti e alla Cittadella degli Alpini a Campo Marzo.

Quattro mostre si terranno in altri comuni, tra cui Montecchio Maggiore con il Museo civico delle Forze Armate, Arzignano con la Galleria Achille Beltrame, Quinto Vicentino con Villa Thiene e Valli del Pasubio con Forte Maso.

Musei ad orario prolungato

I musei della città osserveranno un’apertura straordinaria lunedì 6 e lunedì 13 maggio, con alcune sedi che avranno orari prolungati per consentire un maggiore afflusso di visitatori. Il Teatro Olimpico e le Gallerie di Palazzo Thiene saranno aperti con orario continuato dalle 9 alle 22, venerdì 10 e sabato 11 maggio.

Anche la Basilica Palladiana avrà un’apertura prolungata venerdì 10 e sabato 11 maggio, dalle 10 alle 22. Inoltre, chi si presenterà all’ingresso con il cappello da alpino durante i tre giorni dell’Adunata avrà diritto al biglietto ridotto a 11 euro anziché 13 euro per visitare la mostra “POP/BEAT, Italia 1960-1979. Liberi di Sognare” (ultimo ingresso un’ora prima della chiusura, per tutte le info clicca qui).

Biglietto speciale per il trasporto pubblico e sconto sulla Vicenza Card

Per agevolare gli spostamenti degli Alpini e dei cittadini che desiderano partecipare all’Adunata, sarà disponibile un biglietto speciale valido dal 10 al 12 maggio su tutti gli autobus del trasporto pubblico di SVT, sia urbani, extraurbani che provinciali, al costo di 10 euro. Questo biglietto speciale può essere acquistato presso tutte le biglietterie e le rivendite autorizzate SVT, oppure online a questo link.

Acquistando il biglietto, sarà possibile usufruire di una tariffa ridotta (15 euro invece di 20 euro) per l’acquisto della Vicenza Card, che consente la visita di 12 musei e monumenti del circuito museale cittadino. Tra questi musei ci sono il Teatro Olimpico, il Museo Civico di Palazzo Chiericati, il Museo Naturalistico Archeologico, il Museo del Risorgimento e della Resistenza, la Chiesa di Santa Corona, le Gallerie di Palazzo Thiene, il Museo Diocesano, le Gallerie d’Italia – Vicenza, il Palladio Museum, la Basilica Palladiana (mostre escluse), il Museo del Gioiello e il Torrione di Porta Castello. Eccezionalmente, la card, che solitamente ha una durata di 8 giorni, sarà utilizzabile per un anno, fino all’Adunata Alpini di Biella 2025. Sarà sufficiente esibire il biglietto SVT dotato di QR code presso le biglietterie del circuito museale, inclusi l’ufficio IAT (Informazione Accoglienza Turistica in piazza Matteotti 12) e la Basilica Palladiana.

In aggiunta, saranno disponibili tre infopoint che, oltre a fornire informazioni turistiche, venderanno la Vicenza Card. Questi infopoint saranno situati in piazza Matteotti, a Monte Berico accanto al Santuario e all’esterno della stazione ferroviaria.

5. Dove mangiare

Perché non approfittare della “95° Adunata Nazionale Alpini 2024” anche per scoprire l’offerta gastronomica di Vicenza e della sua provincia? Scopri Ristoranti e Trattorie a Vicenza. Visita il sito e consulta le schede di oltre 700 locali presenti in città e in tutto il Vicentino, con foto, orari di apertura, geolocalizzazione e l’eventuale proposta di menu o serate a tema.

Voglia di pizza? Scopri le Pizzerie a Vicenza e dintorni. Prevedete uno spuntino veloce? Non preoccupatevi, la città offre tanti bar di qualità dove troverete tutto ciò che vi piace. Anche in questo caso, consultate il sito per trovare il Bar a Vicenza più vicino.

Ma non solo, Confcommercio di Vicenza ha sottoscritto una convenzione con l’Associazione Nazionale Alpini e Adunata Alpini 2024, che garantisce che commercianti ed esercenti aderenti all’iniziativa “Amici degli Alpini” si impegnano: a rispettare i prezzi autonomamente indicati sulle locandine esposte nei locali dell’esercizio commerciale; a garantire qualità e convenienza dei prodotti e servizi; ad accogliere con amicizia e cortesia gli Alpini e tutti gli ospiti in territorio vicentino durante l’Adunata.

Per ristoranti, trattorie, pizzerie aderenti all’iniziativa, inoltre, l’impegno di scontare del 10% il conto del pranzo o della cena, mentre per i bar di applicare agli amici Alpini prezzi agevolati sulle consumazioni; ad esempio, un calice di vino da 10 cl. costerà 1,5 euro e un caffè 1 euro.

5. Dove dormire

La scelta migliore? Partecipare alla “95° Adunata Nazionale Alpini 2024” e poi fermarvi a Vicenza, dedicando qualche giorno in più alla visita della città, dei suoi dintorni e delle altre bellezze della provincia.

Nel nostro sito potrete trovare un sostanzioso data base delle strutture ricettive del Vicentino e delle proposte di itinerario per visitare Vicenza e provincia in 24, 48 o 72 ore. Consultate la nostra sezione itinerari, oppure costruite il vostro percorso personalizzato scegliendo ciò che volete visitare tra musei, monumenti, ville, senza tralasciare la possibilità di conoscere la montagna vicentina e le terme.

Non lasciatevi sfuggire la possibilità di scoprire perché Vicenza è la provincia del Palladio ed è patrimonio mondiale dell’Umanità Unesco.