VISITARE PALAZZO THIENE

Edificato tra il 1542 e il 1560 da Andrea Palladio su progetto di Giulio Romano, Palazzo Thiene è un straordinario esempio di architettura rinascimentale a Vicenza, incluso nella lista dei monumenti patrimonio mondiale dell’Unesco.

Nel 1542 Marcantonio Thiene decise infatti di ampliare la dimora di famiglia, edificata da Lorenzo da Bologna nel 1489. L’edificio, di imponenti dimensioni, si sviluppava in forma di quadrilatero lungo contrà S. Gaetano Thiene e il corso della città, fino a ricongiungersi con contrà Porti. Andrea Palladio disegnò per Marcantonio Thiene una residenza in cui le ambizioni del committente gareggiavano con la grandiosità dell'idea del progettista.

Nell'arco di poco più di 15 anni, due ali della fabbrica, con l'austera facciata su contrà S. Gaetano Thiene e gli armonici loggiati sul cortile, vennero edificate e al suo interno lavoravano assiduamente decoratori, pittori e scultori.

Palazzo Thiene è stato la sede storica della Banca Popolare di Vicenza, che lo acquistò nel 1872, a sei anni appena dalla sua costituzione avvenuta nel 1866.

Nel 1999 il palazzo è stato insignito del Premio Europa Nostra per il miglior restauro e adattamento a fini moderni. Nell'arco di oltre un decennio Palazzo Thiene è stato totalmente restaurato, ed oggi ospita le collezioni d'arte dell’Istituto di credito.

Negli ambienti del palazzo, impreziositi negli anni da arredi d’epoca, trova collocazione la Pinacoteca con i dipinti antichi dei grandi maestri della pittura veneta, che vanno dal Quattrocento al Settecento, e alcune opere di Bellini, Caravaggio, Tintoretto, Tiepolo.

Il palazzo conserva anche la raccolta di stampe settecentesche dei Remondini, famosa stamperia dei Bassano; le ceramiche venete del Settecento e i piatti popolari dell'Ottocento; la collezione, unica al mondo, di Oselle Veneziane, le monete d’argento dei Dogi della Repubblica di Venezia, coniate a partire dal 1521 fino alla sua caduta nel 1797. Infine, una sezione dedicata alla scultura con i gessi di Arturo Martini, e le opere di Lorenzo Bartolini.

Il Comune di Vicenza dal 6 settembre 2021 è ufficialmente proprietario di Palazzo Thiene, originale esempio di architettura rinascimentale, che dal 1994 è patrimonio Unesco e dal 2016 è stato riconosciuto di eccezionale interesse culturale.

Ora fa parte del sistema museale civico insieme a Teatro Olimpico, Basilica palladiana, Museo civico di Palazzo Chiericati, Chiesa di Santa Corona, Museo Naturalistico Archeologico e Museo del Risorgimento e della Resistenza e gestito dalla direzione dei Musei civici e Conservatoria Monumenti di Vicenza, organizzata nel servizio Attività Culturali e Museali.

Orari:

Dal 26 settembre al 31 dicembre 2021, sabato e domenica
Ingresso esclusivamente con visita guidata, prenotazione obbligatoria e a pagamento
Turni di visita: 9.30, 11.00, 14.00, 15.30
Durata: un'ora circa
Visita guidata: 6 euro (gratuita per bambini fino ai 12 anni d'età)

Indirizzo: Vicenza - Contrà San Gaetano Thiene, 11
Telefono: 0444 320854
GPS:45.548753, 11.546309

Prenotazione: Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica - Iat, aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.30), 0444 320854iat@comune.vicenza.it
Saranno formati gruppi da 25 persone al massimo
Verrà richiesta l'esibizione di green pass con carta d'identità